Dalla pista alla scuola di velocità

Maurizio Bottalico corsi motard napoli

5 dicembre 2012. Il Circuito Internazionale del Volturno ha ospitato l’ultima tappa del “Trofeo Motorsannio-Metzeler”. Tra i cordoli del tracciato di Limatola si sono sfidati, così, gli specialisti della guida di traverso. Una particolare categoria è stata creata ad hoc, per permettere a chi è avvezzo alla sola velocità di confrontarsi e divertirsi. Tra questi Maurizio Bottalico, pilota ed istruttore di guida: “La pista – dice Bottalix – di Limatola nella configurazione corta è bellissima da percorrere in sella ad una Supermoto. Per lo spettacolo che offre e per la tecnica richiesta è tra i vertici nel panorama nazionale. Se si vuol strappare il tempo, va interpretato senza sbavatura alcuna”. Guidare e Pilotare in Moto è la scuola che dall’autunno di quest’anno è riuscita a catalizzare l’attenzione di molti centauri che intendono conoscere ed oltrepassare i propri limiti, in assoluta sicurezza: “Sono – racconta Maurizio – state ad oggi tre i corsi organizzati. La risposta è stata più che positiva, con riders provenienti non solo dalla Campania, ma anche dalle regioni limitrofe. Si tratta di una scuola polivalente che permette l’accesso ai corsi a qualsiasi motociclista, da quello esperto a quello alle prime ruote che girano. L’importante è avere tanta passione ed un minimo d’età di 14 anni”. Il 7 dicembre il Circuito Internazionale del Volturno ospiterà un corso Racing della Guidare e Pilotare in Moto: “Sarà – spiega Bottalico – un appuntamento dedicato a chi ha intenzione di cimentarsi agonisticamente. Aiuterò a superare il timore, del tutto normale, che si ha prima del grande debutto nel motociclismo agonistico. Per quanto riguarda il futuro, ci saranno anche degli appuntamenti dedicati alla Supermoto, disciplina in fermento in Campania. Un plauso va a Davide Montella ed al suo gruppo, perché in poco tempo sono riusciti a creare una struttura che si sposa perfettamente sia con le moto da velocità sia con le Pit-Bike e le Supermoto. Grazie a loro i motociclisti hanno un importante punto di riferimento”.

Il ritorno di Maurizio Bottalico

Maurizio Bottalico istruttore motard napoli

25 ottobre 2012. Il Trofeo Motorsannio-Metzeler è nelle fasi conclusive e tra i piloti che saranno protagonisti del finale di stagione ci sarà Maurizio Bottalico. Il pilota napoletano è alfiere del Moto Club Bielle Roventi ed è impegnato con una Pit Bike nella categoria S4: “Tutto – spiega Bottalix – è nato per gioco, quando un amico mi ha chiesto di provare per qualche giro la sua piccola belva. Così dopo due mesi d’allenamento, ho deciso di cimentarmi nella kermesse organizzata da Enzo Gnerre. Su quattro gare disputate ne ho vinte tre. Questo per me è un momento di rientro, perché un brutto incidente che mi è accaduto nel 2005, mi ha tenuto lontano dalle competizioni. Ammetto che l’aver calcato di nuovo l’asfalto di una pista, mi ha emozionato non poco”. A Limatola, teatro del prossimo impegno che si terrà il 25 novembre, Bottalico vorrà fare bis, perché ha in mente di gareggiare anche in sella ad una Motard nella classe S9: “Grazie – dice – al Team Rivieccio Racing avrò a disposizione sia una Pit Bike sia una Motard. Avrò modo così di impegnarmi in quattro manche. Il tracciato in provincia di Benevento è a mio avviso l’habitat ideale per questa tipologia di moto. Il direttore dell’impianto, Davide Montella, ha davvero svolto un ottimo lavoro, perché possiamo contare su impianto dove tutte le norme sulla sicurezza vengono rispettate ed è gestito con serietà e professionalità”.

International cup pomposa

Maurizio Bottalico istruttore motard napoli

13 ottobre 2011. Due vittorie perentorie, per distacco, hanno caratterizzato anche le due manche conclusive del vivacissimo Trofeo Monomarca LML Italia. Esattamente come nel penultimo appuntamento, Maurizio Bottalico non ha avuto rivali nel corso della giornata, ed ha così dominato le due Gare in programma. Con soli tre appuntamenti su cinque, Bottalico è riuscito a sommare 152 punti, che lo fanno salire fino alla quarta posizione. La lotta per il titolo tricolore del Monomarca LML Italia è stata invece ristretta a Filippo Giorgini e Michele Lettieri, con il primo che si è limitato a controllare il rivale, concedendogli soltanto tre punti, che non modificano la graduatoria della stagione. Sul terzo gradino di questo primo monomarca è invece salito Paolo de Lucia, non particolarmente incisivo in questa occasione, finito quinto con i punti raccolti con un quarto e un sesto posto. Non ha invece avuto la possibilità di lottare fino in fondo Pasquale Rivetti, arrivato a Pomposa con l’opportunità di ostacolare la corsa verso il titolo di Giorgini: una brutta caduta nel corso delle prove lo ha obbligato al forfait.

Maurizio Bottalico